Cronaca » Provincia di Rimini

La morte in diretta Facebook: follia social a Riccione

Lunedì 23 Ottobre alle 11:20


Immagine simbolo

Mentre la vittima di un incidente stradale era a terra agonizzante, lui con il telefonino si è connesso a Facebook e ha iniziato a trasmettere un video in diretta, scrivendo: "Se guardate questa diretta chiamate i soccorsi" e "C'è sangue, speriamo si salvi".

I fatti si sono svolti a Riccione (Rimini), dove nella notte tra sabato e domenica è morto in viale Veneto un ragazzo di 24 anni, Simone Ugolini, dopo un schianto in motorino contro un albero.

L'autore del video, come riportato dai quotidiani locali, è A.S., 29enne esperto d'arte e candidato alle ultime elezioni comunali. E la morte in diretta, nel giro di poche ore, è diventata un caso sui social, con l'autore del video e delle foto bersagliato da critiche e insulti.

Ma perché, il giovane, si sarebbe messo a filmare un ragazzo che stava morendo invece di telefonare al 118? "Mi hanno detto che avevano già chiamato i soccorsi - ha riferito in lacrime raggiunto da Il Resto del Carlino - Ero sconvolto, sotto choc, volevo fare qualcosa per quel giovane a terra, mi hanno detto che non dovevo avvicinarmi, che stavano arrivando l'ambulanza e i carabinieri. Mi sono messo a filmarlo e a fare una diretta. Volevo condividere il mio dolore, mi sono sentito solo, nessuno che mi abbracciasse. Non cercavo lo scoop, giuro. Ora ho capito di aver sbagliato e chiedo scusa a tutti, alla famiglia soprattutto. Ma è anche colpa di questa società che vuole tutto in diretta e senza più valori. Ho chiamato persino in Vaticano per far dire una preghiera per Simone".

La polizia stradale e quella postale hanno già sequestrato il materiale postato sui social, chiudendo anche il profilo Facebook della vittima. Quanto pubblicato finirà in procura e oggi il magistrato dovrà decidere se aprire un'inchiesta a carico dell'autore.

Le ipotesi di reato vanno dal procurato allarme, alla diffamazione degli operatori del soccorso, alla violazione della privacy dei parenti del defunto.

Una notizia che ha già sconvolto l'opinione pubblica, e che aggiunge dolore al dramma di una famiglia che, oltre allo choc per la perdita di un proprio caro, ha assistito, in una crudele diretta, alla sua tragica fine.

(Redazione Online/v.l.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile.

4 commenti

  • studioroma 25/10/2017 09:53:34

    in tutti i casi : prima d condannarlo si potrebbe ancora esaminare e valutare se il suo scopo fosse quello di informare pubblicamente portando in diretta tale evento , o personale. comunque è emerso che ha informato dando tutti gli elementi a chiunque fosse in visone. eventualmente il suo gesto viene considerato per un interesse personale, ma in tutti ha anche consentito ai tanti d poter telefonare o far intervenire con notizie diverse a chi di dovere e, questo è significativo umanamente
  • rosalux 23/10/2017 18:44:22

    Una persona sotto choc resta impietrita o sviene, ma non è certo in grado di filmare una scena così terribile. Questo tizio, che si è messo a piagnucolare e a dire un sacco di fesserie tirando in ballo la società e persino il Vaticano, è solo un cinico scriteriato.
  • Indignado 23/10/2017 18:06:35

    "Ma è anche colpa di questa società che vuole tutto in diretta e senza più valori. Ho chiamato persino in Vaticano per far dire una preghiera per Simone"...............La colpa è di quelli come te, i quali non si assumono la responsabilità delle proprie azioni. Ora raccogli ciò che meriti, vigliacco.
  • Alfie 23/10/2017 13:28:18

    Facebook "fa male"!