Cronaca » Sardegna

Piove sui rilievi meridionali e orientali della Sardegna. Domenica arriva il maestrale

Venerdì 20 Ottobre alle 11:51


Rovesci e temporali in corso

La bassa pressione ad ovest dell'Isola richiama dalle prime ore del giorno correnti di scirocco in direzione delle nostre coste meridionali e orientali dove, una volta entrate sulla terraferma, si trovano costrette a risalire i pendii montuosi condensando il notevole quantitativo di umidità in cumulonembi forieri di rovesci e temporali che rimangono stazionari in prossimità delle aree montuose.

Un fenomeno meteorologico chiamato "stau" e che da ore determina precipitazioni su tutto il settore montuoso del Sulcis (zone interne di Pula, Sarroch, Capoterra), Baronia, aree costiere della Barbagia di Nuoro, Ogliastra e zone interne del Sarrabus.

Tra gli accumuli maggiori, ancora provvisori, spiccano i 30,4 mm di Campuomu e i 25,8 mm di Punta Sebera. Tra i 6 mm e i 10 mm Is Cannoneris, Tertenia, Lanusei, Cala Gonone, Tortolì ed Orosei.

Nel corso del pomeriggio registreremo ancora residui rovesci nelle aree sopra citate mentre nel resto dell'Isola splenderà il sole.

L'area depressionaria inizierà ad indebolirsi dalla nottata esaurendo in tal modo l'afflusso umido dal Canale di Sardegna.

Domani ci attendono generali condizioni di bel tempo con temperature stazionarie e comprese tra 23°C e 26°C. Venti deboli dai quadranti meridionali.

Domenica arriverà una debole perturbazione dalla Francia che apporterà solo qualche sporadico piovasco sui settori occidentali e un rinforzo della ventilazione da maestrale, più marcato dalla serata quando le raffiche potranno raggiungere i 50 km/h - 60 km/h.

Ventilazione nord occidentale che andrà ulteriormente rinforzando, specialmente sul Cagliaritano, nella notte tra domenica e lunedì.

Si conferma purtroppo il trend votato all'alta pressione almeno fino ai primi di novembre.

È ARRIVATO L'AUTUNNO:

 
immagine d archivio
Nel weekend torna l'autunno. In Sardegna piogge e freddo

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook