Cronaca » Provincia di Roma

Bankitalia, Renzi: "Conferma di Visco? Non sarebbe una mia sconfitta"

Venerdì 20 Ottobre alle 08:55 - ultimo aggiornamento alle 19:59


Matteo Renzi

È ancora alta la tensione tra le fila del governo sul caso Bankitalia e in particolar modo dopo le parole di Matteo Renzi, segretario del Partito Democratico protagonista della mozione all Camera contro l'operato del governatore della Banca d'Italia Ignazio Visco, il quale ha dichiarato che all'interno dell'Esecutivo "sapevano ed erano d'accordo".

Mozione per cui è stata chiamata in causa, come una delle maggiori ispiratrici, il sottosegretario Maria Elena Boschi, a cui il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha però confermato la fiducia dicendo che, quanto al nome del nuovo governatore dell'istituto di via Nazionale, a Roma, seguirà l'unico principio possibile: ovvero quello della salvaguardia dell'autonomia della Banca.

Gentiloni prova così a spegnere il fuoco che è divampato in seno al governo, soprattutto se dovesse essere confermato Ignazio Visco alla guida di Bankitalia.

E nello scontro si inserisce anche Silvio Berlusconi, che denuncia come la Banca d'Italia "non ha certamente svolto il controllo che ci si attendeva".

Dal canto suo, Renzi dice di garantire un appogio totale a Gentiloni e aggiunge che una riconferma di Visco "non sarebbe una mia sconfitta. Sto dalla parte dei risparmiatori", aggiunge. "Non del galateo istituzionale".

LA CHAT - Nel frattempo, a portare alta tensione al caso, c'è la pubblicazione di alcuni passaggi di una chat privata tra il ministro per i Rapporti con il Parlamento Anna Finocchiaro e alcuni deputati democratici, in cui si legge ad esempio Marco Meloni dire "Io questa mozione non la voto", mentre la stessa Finocchiaro cerca di mediare, pare, su incarico dello stesso Gentiloni, tirato in ballo in un altro messaggio in cui afferma che la mozione è stata "resa accettabile dopo alcune modifiche" per conto del ministro dell'Economia Padoan e Gentiloni. Mentre altri deputati dem lamentano la mancanza di una discussione preliminare, i messaggini evidenziano anche il pressing dei renziani e lo scontro sul tema con il primo ministro.

(Redazione Online/m.c.)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile.

9 commenti

  • ziaCAGLIARI 24/10/2017 11:14:40

    Caro LAPUA338, mentre i sardi credono ancora che la DIMENSIONE REGIONALE sia migliore di una statale, italiana; noi di Roma siamo 50 anni avanti, e non vediamo l'ora che l'Italia, concetto vuoto, sparisca e venga sostituito dall'EUROPA, in modo che tante nazioni unite abbiano forza per contrastare lo strapotere CINESE ed AMERICANO. Mi fido più della BCE e della Commissione Europea che di PALAZZO MADAMA e MONTECITORIO. L'Europa è fatta, ora bisogna fare gli europei. zia
  • LAPUA338 23/10/2017 19:43:25

    Zia cagliari : Esistera' la bce e la commissione europea., con esclusivo potere decisionale, da nessuno eletti e con tanto di "esenzione legale"..... Per aver tolto il controllo statale delle banche ringrazia invece Pertini..
  • IOL 23/10/2017 18:15:05

    La speranza, l'ultima a morire, è che a questo "monello" non venga riaffidato alcun incarico governativo. Per giocare ai birilli meglio il parco di periferia più che il *cortile*di Palazzo Chigi.
  • ziaCAGLIARI 21/10/2017 16:04:47

    La MANCATA TUTELA del risparmio è dovuta alla LENTEZZA DELLA MAGISTRATURA che non è assolutamente in grado di emettere una SENTENZA DEFINITIVA entro pochi mesi, mentre impiega statisticamente lustri, decenni, ed in questo modo fa andare in prescrizione la maggior parte dei crimini economici commessi da questi dirigenti BOIARDI DI STATO, nominati sovente dai partiti. in futuro esisterà solo il PARLAMENTO EUROPEO ed il PARLAMENTO ITALIANO sparirà, col suo teatrino di propaganda. zia 211017 1216
  • gzola 21/10/2017 08:33:34

    che lui stia dalla parte dei risparmiatori mi viene davvero difficile crederlo
  • Shaggy66 21/10/2017 07:54:38

    Correva l'anno 2016 e questo signore disse: " Io comprerei azioni BMPS, gli italiani dovrebbero farlo..." Siamo a fine 2017, BMPS è stata delistata e la perdita totale, per gli azionisti e risparmiatori, non è ancora quantificata. Ieri ha detto: "Io sto con i risparmiatori, non con le banche..". A parte il fatto che le banche sono fatte anche da tanti piccoli risparmiatori, vorrei tanto che questo individuo facesse pace con il suo cervello.
  • ziaCAGLIARI 20/10/2017 19:34:19

    Senza che si sia scomodato un dittatore, ecco che ci ritroviamo L'AULA SORDA E GRIGIA DIVENUTA UN BIVACCO DI MANIPOLI; dove si usano le proprie maggioranze politiche, asservite dai ricatti di non inserimento nelle liste bloccate, come autorevolezza di un parere. No, cari politici; non è con MOZIONI DI SFIDUCIA che si tutela il RISPARMIO della gente, ma è con i controlli effettivi, non superficiali. Basta con le chiacchiere, la propaganda, lo scaricabarile. VISCO fu poco efficace, ma voi? 201017
  • MORESCHINI 20/10/2017 16:19:31

    Quando era presidente del consiglio ( per grazia ricevuta!) ha stanziato milioni per salvare le banche vicine al suo partito a nostre spese e non ha fatto pagare un centesimo ai dirigenti colpevoli del fallimento e delle truffe perpetuate ai risparmiatori , anzi, ha pure dato liquidazioni di lusso ai boiardi suoi amici (compreso il padre della sua amica M.Elena!) e solo ora, in periodo elettorale, si accorge che Visco e la Banca d'Italia non ha fatto controlli
  • be 20/10/2017 11:27:19

    domanda: perché non è intervenuto quando era presidente del consiglio? Poi tra i due litiganti il terzo .......paga. indovinate chi siamo i terzi