Cronaca

Vaccini, il Codacons fa il ricorso. I Neurologi: "Attenti alle conseguenze"

Lunedì 09 Ottobre 2017 alle 14:48 - ultimo aggiornamento Lunedì 09 Ottobre 2017 alle 19:03


Si riaccende, anche in Sardegna, il dibattito sui vaccini.

Mentre il Codacons lancia infatti nell'Isola il ricorso collettivo contro il decreto Lorenzin sulle vaccinazioni, iniziativa avviata in favore di genitori e insegnanti contrari alle disposizioni contenute nella nuova legge e cui è possibile aderire entro il prossimo 30 ottobre, arriva con forza il messaggio dell'Associazione Italiana dei Neurologi Ospedalieri che, attraverso la diffusione di un articolato documento, ritiene "necessario fare alcune precisazioni di interesse generale, basate sulle attuali evidenze scientifiche".

Secondo l'associazione dei Neurologi, che incoraggia la vaccinazione antimorbillosa su larga scala nel nostro Paese allo scopo di combattere ed eradicare questa malattia, a seguito dei vaccini effettuati ad oggi contro il morbillo "nel solo periodo fra il 2000 e il 2015 sono stati risparmiati nel mondo circa 20 milioni di morti".

Il morbillo, infatti, a differenza di quanto spesso si ritiene, è una malattia dalle complicanze certamente "rare ma responsabili di circa 30-100 morti ogni 100.000 casi".

"I Neurologi - si legge nella nota, firmata dal presidente cagliaritano Maurizio Melis - rendono doveroso sottolineare la gravità delle possibili conseguenze sul sistema nervoso centrale, in particolare l'Encefalomielite Acuta Disseminata (ADEM) e la Panencefalite Sclerosante Subacuta (PESS). Quest'ultima è una malattia degenerativa progressiva del sistema nervoso centrale che si verifica generalmente da 7 a 10 anni dopo l'infezione, quindi spesso nell'adolescenza. Non esistono terapie risolutive per questo tipo di malattia, mortale nella quasi totalità dei casi nell'arco di qualche anno. L'unico intervento sanitario in grado di ridurre significativamente l'incidenza della PESS è rappresentato dalla immunizzazione vaccinale".

Il ricorso collettivo del Codacons sarà presentato dinanzi al Tar del Lazio. L'iniziativa "non è contro i vaccini, essenziali ai fini della salute pubblica, ma punta ad ottenere la bocciatura della legge Lorenzin".

(Redazione Online/v.l.)

VACCINI, I CONSIGLI DELL'ESPERTO - VIDEO:

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

4 commenti

  • user214235 10/10/2017 11:20:04

    CODACONS con questa vicenda perdete di credibilità, occupatevi di altre vicende, che così facendo fate del bene a voi e alla comunità
  • user218175 10/10/2017 09:58:28

    Va bene Codacons: Libertà di vaccinazione... Basta che i figli possano sempre denunciare e richiedere i danni ai loro genitori nel caso si ammalino e che ogni persona che si ammala per malattie di cui ha rifiutato il vaccino sia obbligato a pagare tutti i danni al SSN e a tutte le persone che abbia contagiato!
  • Shaggy66 10/10/2017 04:43:53

    Il ricorso del Codacons punta all'abolizione della obbligatorietá della vaccinazione in generale o vuole cambiare la legge stessa per ridurre il numero di vaccini obbligatori e rendere i restanti "consigliati"?
  • Giadelo 09/10/2017 21:45:48

    Il CODACONS con i vaccini ci azzecca come il Touring Club sulle prostatiti.