Cronaca » Provincia di Roma

"Rosatellum bis", via libera dalla Commissione: martedì approda alla Camera

Sabato 07 Ottobre alle 12:00 - ultimo aggiornamento alle 19:25


Emanuele Fiano è il relatore della nuova legge elettorale

La legge elettorale nota con il nome di "Rosatellum bis" ha ricevuto l'ok della commissione Affari Costituzionali, che ha nominato il democratico Emanuele Fiano relatore di maggioranza.

Il testo approderà in aula alla Camera dei Deputati martedì prossimo.

L'ok alla legge elettorale è arrivato con il voto favorevole di quasi tutti i principali partiti, ad esclusione di Movimento 5 Stelle, Fratelli d'Italia e Articolo 1-Mdp.

È stato bocciato l'emendamento anti-Berlusconi presentato dal Movimento 5 Stelle, che prevedeva che un condannato non potesse essere indicato come capo della coalizione.

COSA PREVEDE - Si tratta di un sistema misto di collegi uninominali (36%) e con il proporzionale (64%) che però non prevede alcun premio di maggioranza. Favorisce la creazione di coalizioni per accaparrarsi i seggi dell'uninominale ma, stando ai sondaggi attuali, non garantirebbe in alcun modo la governabilità, a meno di grandi alleanze post voto. La soglia di sbarramento è fissata al 3% per le singole liste e al 10% per le coalizioni. Non ci sono le preferenze ma i listini bloccati sono molto corti.

LE REAZIONI - I pentastellati tuonano contro una legge che, prevedendo le coalizioni, li sfavorisce. "È un inciucio contro di noi - tuona il deputato Danilo Toninelli - una legge senza preferenze, con le ammucchiate, le liste finte, e che garantirà l'inciucio tra Renzi e Berlusconi. Proveremo a difendere gli italiani da questa porcata".

Una legge "attenta al dettato costituzionale", che "spinge alle coalizioni e punta all'aggregazione del Paese per permettere un governo stabile", secondo il relatore Emanuele Fiano (Pd). E proprio dalla nuova legge elettorale deriva l'apertura a sinistra di Matteo Renzi, che punta ora a una coalizione con Pisapia e Bersani, con l'ex sindaco di Milano certamente più propenso a scendere in campo col Pd, e Mdp che invece mugugna.

Un buon giudizio sul nuovo testo arriva anche da Renato Schifani (Forza Italia): "Faremo la nostra parte perché sarebbe da irresponsabili portare il Paese a un voto che ci consegnerebbe all'ingovernabilità".

(Redazione Online/L)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

4 commenti

  • user234422 07/10/2017 23:39:22

    governo stabile e poltrone stabilissime. Basta cosi' , il PD di Renzi non convnce piu'. Cerca alleanze a sx con politiiche che non hanno piu' nulla degli ideali e ďegli interessi dei lavoratori ormai schiavi fiscali. Italiani dimenticati da un governo miope e ottuso.
  • rosaporcu 07/10/2017 19:55:17

    L'ennesima schifezza di un governo da schifo!
  • alexander5 07/10/2017 17:39:09

    legge che riduce i cittadini a meri figuranti; premi di coalizione...premi a che cosa? e poi i soliti nominati. A questo punto l'unica soluzione sarebbe votare un partito qualunque tra quelli contrari a questa imposizione con liste bloccate e soliti noti.
  • be 07/10/2017 13:35:55

    una legge fatta per certa gente alla faccia del popolo questi non hanno capito che la gente vuole scegliere mi auguro che la gente voti compatta M5S