Cronaca » Provincia di Torino

Il Tar legittima il 5 in condotta: "Giusto bocciare il bullo della classe"

Sabato 07 Ottobre alle 09:13 - ultimo aggiornamento alle 10:19


Immagine simbolo

Bocciare il bullo della classe per un 5 in condotta è legittimo.

Lo ha stabilito il Tar del Piemonte, che ha bocciato il ricorso dei genitori del giovane e confermato la bocciatura nei confronti di uno studente di seconda superiore in Val di Susa.

Il ragazzo, oltre a due insufficienze in altrettante materie, si era preso un 5 in condotta deliberato all'unanimità dal consiglio di classe.

E i genitori avevano presentato ricorso contro la decisione degli insegnanti.

Il giovane si era macchiato di atti "gravissimi", dall'aggressione verbale al vandalismo.

Aveva persino sputato addosso a un insegnante, oltre ad aver creato nei compagni di classe "un clima di tensione e, in alcuni casi, di paura".

Era stato anche sospeso perché sospettato di aver danneggiato l'auto del preside, su questo episodio è in corso un'indagine dei magistrati.

(Redazione Online/L)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

1 commenti

  • rosalux 08/10/2017 18:46:44

    I genitori di questo "gioiellino" hanno avuto pure il coraggio di difenderlo e di rivolgersi addirittura al Tar. Forse avrebbero fatto meglio a dargli una severa lezione, accompagnata da una serie di calci nel sedere.