Cronaca » Provincia di Foggia

Quindicenne uccisa a Foggia, i funerali. Il prete: "Il femminicidio è un orrore"

Sabato 23 Settembre alle 08:49 - ultimo aggiornamento alle 17:43


Nicolina Pacini

Si sono tenuti oggi alle 15:30, nella chiesa di "San Francesco" di Ischitella, sono stati celebrati i funerali di Nicolina Pacini, la quindicenne di Ischitella (Foggia) uccisa dall'ex compagno della madre - Antonio Di Paola - che le ha sparato al volto mentre andava a scuola e poi si è suicidato in aperta campagna, lo scorso 20 settembre.

Per l'occasione il sindaco del paese, Carlo Guerra, ha proclamato lutto cittadino.

"Per la seconda volta, in una settimana, la nostra Puglia è stretta in un abbraccio di dolore: prima i funerali di Noemi, a Specchia, nel profondo Sud; oggi quelli per Nicolina", ha affermato durante l'omelia don Dino Iacovone, parroco della chiesa di San Francesco d'Assisi.

"Una terra che ci invidia il mondo, in cui alla luce splendida delle sue albe, si alterna l'oscurità della violenza; alla bellezza dei suoi paesaggi, l'orrore per questi crimini; alla santità che ha benedetto questa nostra diocesi, con san Michele Arcangelo e con San Pio da Pietrelcina, di cui oggi ricordiamo la festa liturgica, il terribile peccato del femminicidio", ha poi aggiunto.

GRASSO: "SCUSA A NOME DI TUTTI GLI UOMINI" - "Ti chiedo scusa a nome di tutti gli uomini".

Queste le parole che il presidente del Senato Piero Grasso ha rivolto a Nicolina.

"È colpa nostra, è colpa degli uomini, non abbiamo ancora imparato che siamo noi uomini a dover evitare questo problema - ha detto Grasso - a dovervi sempre rispettare, a dover sradicare quel diffuso sentire che vi costringe a stare attente a come vestite, a non poter tornare a casa da sole la sera. Solo noi uomini possiamo porvi rimedio".

"A quindici anni si ha il diritto di andare a scuola con la testa piena di sogni. Avevi tutta una vita davanti, ma un uomo ha scelto di spezzarla con una violenza inaudita. Purtroppo non sei la sola ad aver avuto questo terribile destino: tante, troppe donne sono morte o sono rimaste profondamente segnate da violenze, discriminazioni, molestie, stupri".

"Tutto ciò che limita una donna nella sua identità e libertà - ha concluso - è una violenza di genere. Non esistono giustificazioni, non esistono attenuanti, soprattutto non esistono eccezioni".

(Redazione Online/D)

LE DENUNCE INASCOLTATE:

 
nicolina pacini
Foggia, la mamma della 15enne uccisa: "Le mie denunce ignorate"

IL DELITTO:

 
foto d archivio
L'ex compagno della madre le spara e si suicida: gravissima una quindicenne

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

11 commenti

  • rosalux 23/09/2017 19:49:40

    A giudicare da certe reazioni, mi pare che Grasso abbia toccato un nervo scoperto.
  • monteliana 23/09/2017 18:40:27

    Solite ipocrisie dei nostri politici. Io sono uomo e non chiedo scusa. Grasso chieda scusa in quanto politico e rappresentante delle istituzioni: tante parole pochi fatti. Assassini liberi dopo poco tempo, potenziali assassini che possono fare quello che vogliono, donne che denunciano invano molestie e aggressioni. Si riempiono la bocca di belle parole (come femminicidio), ma poi non fanno nulla di concreto. Grosse e "Grasse" ipocrisie.
  • Alfie 23/09/2017 17:29:58

    Ma il proposito di fare leggi severe per quel tipo di reati? Manco in sogno.
  • Entu 23/09/2017 16:31:56

    Perdono, non scusa, Mastro Lindo! E poi tu rappresenti altro, non gli uomini e me no di sicuro.
  • fausty12 23/09/2017 13:24:29

    Ma Grasso, scusati a nome tuo. Non ho nulla di cui scusarmi, perche se fossi io a certi assassini darei la sedia elettrica, così il prossimo ci riflette prima di compiere certi scempi. Poi non dimentichiamo noi cittadini mortali, non siamo in parlamento, voi si. Anziche chiedere scusa per nome e per conto degli altri, fate leggi coercitive pesanti per questi crimini, voi che potete.
  • Sorigumaccu 23/09/2017 10:35:32

    E le scuse da parte di quelli che ricevevano denunce di fatti che erano preludio all'omicidio e non hanno fatto nulla, quando arrivano? Almeno i propositi di cambiare questo sistema che fa acqua da tutte le parti, non ce li mette il buon grasso?
  • tilliccasa 23/09/2017 10:24:51

    GRASSO,STAI ZITTO,ALMENO A FUNERALI
  • rosalux 23/09/2017 10:09:49

    Le scuse non bastano. Non esistono giustificazioni? E allora datevi da fare, ma con i fatti, per porre rimedio a queste efferate violenze.
  • numeronove 23/09/2017 09:48:16

    Ti chiedo scusa....ridicolo, questi politici non sanno nemmeno quando è il momento di tacere. Saludos
  • gonariolai 23/09/2017 09:41:42

    In quel messaggio andrebbe sostituita la parola "uomini" con quella di "BESTIE".