Cronaca » Provincia di Bergamo

Stuprata nel centro d'accoglienza: resta in carcere il richiedente asilo

Sabato 23 Settembre alle 14:14


Il tribunale di Bergamo

Convalidato il fermo del ventenne richiedente asilo della Sierra Leone, accusato di lesioni e violenza sessuale nei confronti di un'operatrice del centro d'accoglienza di Fontanella, nel Bergamasco.

Lo ha deciso il gip di Bergamo Federica Gaudino su richiesta del pm Davide Palmieri.

Il giovane resterà anche in custodia cautelare in carcere.

Nel corso dell'interrogatorio il 20enne ha ammesso l'aggressione, ma ha negato gli abusi sessuali.

(Redazione Online/L)

 
foto d archivio
Bergamo, richiedente asilo abusa di un'operatrice del centro di accoglienza

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

1 commenti

  • livoletta 23/09/2017 19:51:58

    Incredibile, siamo così abituati alla totale impunità nei confronti dei clandestini,che fa notizia un fatto assolutamente normale,cioè che uno stupratore,colto tra l'altro in flagrante, venga trattenuto in carcere fino al processo, che mi auguro termini con una pesante condanna. Del resto alcune settimane fa un altro giudice ha condannato al solo obbligo di firma in caserma un pakistano che aveva violentato un disabile perché a suo dire convinto si fosse pentito...