Cronaca » Nurra

La siccità nel nord Sardegna: "Bacini vuoti, danni enormi"

Lunedì 15 Maggio alle 13:19 - ultimo aggiornamento alle 18:52


Il lago del Cuga

Una siccità come quella attuale non si vede da vent'anni.

A lanciare l'allarme sulla situazione nel territorio della Nurra, nel nord Sardegna, è la Coldiretti Sassari.

"I livelli d'acqua presenti nel Temo - dicono i vertici dell'associazione - sono così bassi che dall'alveo del bacino è riemerso un sito archeologico sommerso, mentre nel Cuga sono riaffiorate vecchie tubature".

"Per trovare dati peggiori di quelli attuali - spiega il direttore di Coldiretti Sassari e Gallura, Ermanno Mazzetti - bisogna tornare al triennio 1998/1999/2000", e a pagare le conseguenze della siccità sono in particolare gli imprenditori agricoli.

A rischio sono soprattutto i campi di cereali, carciofi, mais ed erba medica.

"Stiamo vivendo un'annata disastrosa caratterizzata da fenomeni climatici opposti - aggiunge Battista Cualbu, presidente di Coldiretti Sassari - Nel periodo invernale ci sono state pochissime precipitazioni e le nevicate che hanno permesso agli altri bacini di rigenerarsi non hanno interessato la Nurra mentre in primavera le gelate notturne hanno generato escursioni termiche di oltre venti gradi che hanno bruciato le colture".

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

10 commenti

  • user227816 15/06/2017 19:09:34

    Una situazione simile non si è mai vista.Il bello deve ancora arrivare.Tutto ciò era previsto gia nei primi anni ottanta.
  • MareSardo 16/05/2017 07:29:14

    WGrillo hai perfettamente ragione, basta vedere la situazione degli invasi dal sito della Regione e farsi un'idea. Ma il termine siccità esteso a tutta una regione è quantomeno fuorviante davanti ai dati che dicono che solo pochi invasi sono effettivamente in difficoltà. Il problema sta nel fatto che NON SI VUOLE trovare una soluzione definitiva ad un annoso problema strutturale. Le soluzioni tecniche esistono ormai da tempo, solo che far vivere una perenne emergenza conviene ai soliti noti.
  • WGrillo 15/05/2017 22:06:07

    @MareSardo...quel dato che sciorini(82%) è la media dei bacini...! nella fattispecie per chi segue la meteorologia può dirti senza problemi che le perturbazioni autunno-invernali quest'anno hanno prediletto la zona di levante e alcune centrali esautorando tutta la zona di ponente dove in bacini oscillano tra il 20 e il 40% ossia stanno raschiando il fondo e in estate finirà l'acqua.
  • wapi69 15/05/2017 16:50:55

    mi pare che quest'anno ci siano state piogge abbondanti... come abbonda l'incapacità e la poca voglia di fare della politica sarda...
  • AlessandroM 15/05/2017 16:48:54

    erto, la colpa è della siccità, non dei mancati collaudi e i bacini riempiti a metà della loro portata. La colpa non è dei nostri cari rappresentanti politici che non hanno affrontato il problema. La colpa è sempre dell'imprevedibile natura.
  • alexander5 15/05/2017 14:44:05

    a gennaio e febbraio abbiamo avuto nevicate come non se ne vedevano da tempo e pioggie torrenziali. Tuttavia ora, a metà maggio, non c'é più acqua? Va bene che inizia a fare caldo, ma che sia evaporata già tutta mi pare strano. E i famosi interventi per evitare la dispersione idrica? Dove sono i soldi? C'é stata una richiesta in tal senso? E se no, perché?
  • Giano 15/05/2017 14:35:22

    Tranquilli, fra poco vi organizzeranno una bella sagra della pecora bollita o dei culurgionis, fra canti e balli e vi divertirete da morire. Se c'è anche una lettura poetica è meglio; fa così chic.
  • MareSardo 15/05/2017 14:28:42

    Ecco l'immancabile articolo sulla siccità. Per chi pensa che abbiamo l'anello al naso, consiglio di digitare stato degli invasi in Sardegna e vedere la situazione degli invasi aggiornata a finè aprile 2017. Siamo alla 82% della massima capacità di invaso complessiva. Circa 1500 milioni di mc di acqua invamata su 1700.milioni. Chissà se bastano a qualcuno per farsi un brodo. ..
  • user222156 15/05/2017 14:24:15

    Raccogliere l'acqua nei bacini quando piove è così difficile? Sono almeno 50anni che leggo sempre le solite cose.
  • user220048 15/05/2017 13:59:43

    SIAMO ALLE SOLITE. La Coldiretti sta preparando il terreno per la prossima richiesta di soldi. E' una continua richiesta di finanziamenti di ogni genere. Una volta piove troppo, poi c'è la neve, il gelo, le cornacchie, la poca voglia di lavorare ed investire seriamente e la poca voglia di essere bravi contribuenti. Tanto a pagare sono gli altri cittadini