Cronaca » Provincia di Caltanissetta

Strage di via D'Amelio: ergastolo ai due boss Madonia e Tutino

Venerdì 21 Aprile alle 08:28 - ultimo aggiornamento alle 09:39


Un'immagine della strage di via D'Amelio a Palermo

Nell'ambito del processo "Borsellino quater" la corte d'assise di Caltanissetta ha condannato all'ergastolo i boss Salvo Madonia e Vittorio Tutino per la strage di via D'Amelio del 19 luglio 1992, in cui hanno perso la vita il giudice palermitano e cinque agenti della sua scorta.

Madonia sarebbe stato uno dei mandanti della strage, mentre Tutino avrebbe partecipato proprio alla fase esecutiva.

Per i "falsi" pentiti Francesco Andriotta e Calogero Pulci - la cui testimonianza aveva portato alla condanna di sette persone innocenti, poi scarcerate - è stata comminata una pena di 10 anni di reclusione.

I giudici hanno invece dichiarato estinto per prescrizione il reato di Vincenzo Scarantino, accusato di aver depistato le indagini. All'uomo la corte ha infatti riconosciuto la circostanza attenuante di essere stato indotto a fare false accuse.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

1 commenti

  • gonariolai 21/04/2017 12:40:52

    Per via d'amelio è strage e per la Concordia (TRENTADUE PERSONE MORTE) non è strage? A Schettino dovrebbero comminare DIECI ERGASTOLI!