Cronaca » Francia

Gli encomi, il Bataclan, i diritti gay: Xavier, l'agente ucciso

Venerdì 21 Aprile alle 16:40 - ultimo aggiornamento alle 21:12


Xavier Jugelé

Stava per compiere 38 anni Xavier Jugelé, il poliziotto ucciso ieri sera nell'attentato terroristico sugli Champs Elysées.

Quando il 39enne Karim Cheurfi ha aperto il fuoco con un kalashnikov, lui era in servizio a guardia di un centro culturale turco.

Anche se, secondo alcuni media francesi, tra qualche mese avrebbe lasciato la direzione ordine pubblico e circolazione per passare alla polizia giudiziaria.

Sposato civilmente con il suo compagno, Jugelé faceva parte dell'Associazione dei poliziotti Lgbt e più volte si era speso in favore dei diritti gay.

Lo scorso novembre ha voluto partecipare alla riapertura del Bataclan, a un anno dalla strage in cui morirono 130 persone, sancita da un concerto di Sting. Una tragedia che lo aveva colpito nel profondo, dicono i giornali francesi, come uomo e come poliziotto.

Nel suo curriculum c'era anche un encomio per il coraggio dimostrato durante l'evacuazione di un palazzo di Boulogne-Billancourt, alla periferia di Parigi.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook