Cronaca » USA
Loading the player...

Gentiloni alla Casa Bianca, Trump: "L'Italia importante partner degli Stati Uniti"

Venerdì 21 Aprile alle 07:19 - ultimo aggiornamento alle 12:01


Un incontro "molto fruttuoso" e cordiale quello tra il premier Paolo Gentiloni e il presidente Usa Donald Trump che si è tenuto alla Casa Bianca.

Un clima intaccato solo dalle notizie in arrivo da Parigi, dove la polizia ha subito un assalto a colpi di Kalasnjikov.

Sulla "antica amicizia, testimoniata anche dai 18 milioni di americani di origine italiana che hanno un ruolo così importante in questo Paese", dice Gentiloni, sottolineando che "l'Italia è la seconda destinazione all'estero per gli studenti americani".

Ribatte Trump che "l'Italia è un luogo spettacolare. Amo gli italiani. Abbiamo 18 milioni di persone di origine italiana che vivono negli Stati uniti. Per me è un grande onore avere molti di loro tra i miei amici".

I TEMI CALDI - Ma poi si va al dunque. Il terrorismo, impegni per la difesa, migranti, commercio. L'anti-terrorismo "ci vede come Paese molto attivi, in particolare in Iraq e Afghanistan", ma anche dal punto di vista della "azione culturale che deve essere svolta anche sul piano culturale". Poi, ricorda, "l'Italia contribuisce alla pace nel Mediterraneo e anche in Siria dove credo sia stata giusta la scelta degli Usa di intervenire dopo l'uso delle armi chimiche da parte di Assad". "In Libia - sottolinea - lavoriamo contro la divisione del Paese e per la stabilizzazione. Fondamentale anche per gestire il flusso dei migranti".

L'Italia insomma è "convinta del suo impegno strategico per la relazione transatlantico. Rispettiamo gli obiettivi individuati nel 2014 per le spese militari nella Nato e siamo orgogliosi del nostro contributo".E ancora: "L'Italia è il paese del dialogo, siamo orgogliosi di aver tenuto aperto porte anche in situazioni difficili". Un dialogo che "può essere portato avanti anche con la Russia senza rinunciare ai nostri principi e alla nostra unità".

"L'Italia - conferma Trump - è un partner chiave nella lotta al terrorismo, è il secondo maggiore contributore di truppe in Iraq e Afghanistan. Vorrei anche ringraziare Gentiloni per la sua leadership nella ricerca di una stabilizzazione in Libia e per il suo lavoro cruciale per negare spazi liberi all'Isis nel Mediterraneo. Siamo grati per il suo ruolo nella campagna anti-Isis".

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

10 commenti

  • user222385 22/04/2017 11:24:19

    Questa foto vale come quella fatta con l'altro Matteo.
  • MARIANO47 22/04/2017 06:42:39

    gentiloni manco ti prende in considerazione trump, come alleati noi italiani non contiamo nulla e inutile che fai la parte del grande alleato, x compiacere noi italiani speriamo di andare alle elezioni x liberarci della tua figura inutile
  • maman-ti 21/04/2017 22:09:37

    E stavolta sono d'accordo con le opinioni di tutti...me ne stupisco pure io.
  • Macomerese53 21/04/2017 20:54:17

    Gentiloni=ipocrisia. Durante la campagna elettorale degli Stati Uniti, lui e il suo partito, ha sempre fatto il tifo per la Clinton. Fa Veramente schifo. (censurate).
  • Mauriotto 21/04/2017 20:12:32

    Avete visto voi del pd che prima o poi gli avreste dovuto lustrare le scarpe?
  • user216612 21/04/2017 18:49:53

    L'hanno avvisato Trump che gentiloni è un abusivo come tutto il suo governo?
  • Utente_US 21/04/2017 18:29:00

    Concordo con l'uso del fax.
  • Entu 21/04/2017 13:27:15

    Le roi s'amuse.
  • Giano 21/04/2017 12:07:30

    Per dire queste quattro fesserie non c'era bisogno di scomodarsi tanto; bastava inviare un fax. In quanto alla "campagna anti-Isis" di Gentiloni (o non esiste, o nessuno l'ha capita; anzi, se proprio non li stiamo aiutando, poco ci manca), se è una battuta, non fa nemmeno ridere.
  • Giano 21/04/2017 12:02:28

    Questi incontri internazionali vengono definiti "fruttuosi e cordiali" per giustificarli e non dire che sono "inutili passerelle" che fanno parte dei doveri istituzionali dei governanti: come posare corone di fiori ai monumenti. Ma siamo tutti orgogliosi del fatto che Trump afferma: "L'Italia, importante partner degli Stati Uniti". Geniale, nessuno lo avrebbe mai immaginato. Ora, per completare la frase storica, basta aggiungere: "Eh, signora mia, non ci sono più le mezze stagioni".