Cronaca » Orosei

Un Sant'Efisio del '500 trovato per caso in una cantina di Orosei

Venerdì 21 Aprile alle 07:05


Una statua di Sant'Efisio

Era sepolto in cantina, dentro una scatola coperta da un vecchio telo, cent’anni di polvere addosso, destinato a finire come altre cianfrusaglie nel bidone della spazzatura. Solo per un caso "o per un’improvvisa ispirazione" Cosimino Loddo, architetto di Orosei, ha sollevato quel telo e riportato alla luce un oggetto misterioso, non meglio identificato.

MIRACOLO - "Si trattava di una statuetta, alta circa mezzo metro, a un primo esame molto rovinata. A colpirmi fu subito quella croce, di un rosso vivido, nel palmo di una mano alla quale, peraltro, mancavano tre dita", ricorda con un filo di emozione Loddo. Mancano pochi giorni al Natale 2015. Tutto ha inizio in quei giorni di festa. La statua, fissata su un basamento, viene consegnata a una restauratrice (la dottoressa Giusi Ianiri), con una lunga collaborazione con le Soprintendenze di Sassari e Nuoro e alcuni importanti recuperi nella penisola con tecniche d’avanguardia.

Tutti i dettagli su L'Unione Sarda in edicola

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook