Cronaca » Nuoro

Bando per l'accoglienza dei richiedenti asilo: è polemica. "Si pensi prima ai nuoresi"

Giovedì 20 Aprile alle 18:26 - ultimo aggiornamento alle 20:53


Il recente arrivo dei migranti a Cagliari

L'amministrazione di Nuoro, la prima nelle province del centro Sardegna, è pronta a presentare la candidatura al progetto Sprar per l'accoglienza dei migranti.

Sarebbero 124 i profughi da accogliere. Ma dopo la pubblicazione del bando con la manifestazione di interesse alla ricerca di alloggi per i richiedenti asilo politico, in città scoppia la polemica: "Si pensi prima ai nuoresi senza lavoro".

Le accuse trasversali arrivano da Nuoro, per voce del consigliere comunale di opposizione eletto nel Pd, Tore Sulas, e dalla sesione nuorese di Fratelli d'Italia. Da Cagliari è Marcello Orrù, consigliere regionale del gruppo Psd'Az a polemizzare, sconfessato però dai sardisti di Nuoro che affermano "se fosse tesserato del Psd'Az Orrù conoscerebbe il nostro statuto e l'articolo 4 che esalta i valori dell'uguaglianza e della fratellanza".

"Gli immigrati, è sotto gli occhi di tutti, vivono uno stato di disagio - afferma Sulas - ma sarebbe opportuno ricordare che gran parte dei nostri concittadini si scontrano perennemente, per la mancanza di lavoro e l'emergenza abitativa, con un continuo malessere. Davanti a un bando calato dall'alto che prevede vitto, alloggio e un'imminente prospettiva lavorativa per i richiedenti asilo - attacca Sulas - in modo da potersi integrare nel migliore dei modi, i veri discriminati sono i nuoresi, che vedono i propri diritti calpestati da chi osanna politiche europee del tutto inique. Regione e Stato sono gli unici a poter legiferare in materia, ma non sono stati in grado di imprimere alcuna direttiva che andasse a beneficio dei propri conterranei. Nell'ultimo anno Nuoro ha subito tagli regionali sui servizi alla persona per 200mila euro, e oltre cento nuoresi non hanno potuto partecipare al bando dei lavori socialmente utili. Occorre un'inversione di tendenza, dove il sindaco e le autorità sollecitino gli stessi diritti per chi da sempre offre il proprio contributo senza alcuna tutela".

Va giù duro Orrù, che definisce "una vergogna" il bando Sprar di Nuoro "e ancor più gravi e inaudite le parole spese per giustificarlo.

L'obiettivo - sostiene - è garantire anche una prospettiva lavorativa ai migranti. E le migliaia di nuoresi costretti ad emigrare all'estero? È uno scempio, uno sputo in faccia ai tanti sardi, e nuoresi, disoccupati. Il Comune ritiri il bando".

Fratelli d'Italia parla di "finta idea di combattere lo spopolamento con la sostituzione identitaria delle nostre genti. La vera emergenza sono i disoccupati nuoresi". Intanto il Comune di Nuoro annuncia per sabato mattina, una conferenza stampa a cui parteciperanno il sindaco Andrea Soddu, l'assessore ai Servizi sociali Valeria Romagna e il presidente della commissione comunale Graziano Siotto per dare chiarimenti sull'adesione allo Sprar.

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

31 commenti

  • user213094 24/04/2017 13:39:01

    Ho letto per la prima volta una bella serie di commenti unanimi, che non mi placa, è vero, lo sdegno provocato dalla situazione, ma mi sembra un buon segnale per il futuro. Ho letto perfino finalmente frasi come "forza popolare", RIVOLTA popolare, movimento popolare che sollecitano i SARDI a muoversi uniti. Si no est custa s'ora d'estirpare sos abusos, cando at a torrare s'occasione? Sempre che non siano solo esercizi da tastiera...forza muoviamoci, ne va della nostra sopravvivenza!
  • Hyknos 24/04/2017 02:20:16

    Ok signori, tutto molto bello e giusto ma all'atto pratico cosa stiamo facendo? Stiamo facendo sentire la nostra voce? Dove sono i sit in di protesta? Io dico, organizziamoci, organizziamo un movimento popolare che faccia sentire la voce dei sardi con forza, è tempo di farla finita con questa presa per i fondelli, quando la gioventù sarda è senza futuro ne prospettive ma per questi africani stendono tappeti e risorse in abbondanza. Organizziamoci.
  • user221058 21/04/2017 15:25:29

    Ricapitolando (e apra le orecchie cerumose il provocatore "user0000001"), quando si parla di italiani e sardi, coloro che, autoctoni, abitano l'Italia, i problemi sono la DISOCCUPAZIONE, IL DISAGIO SOCIALE e tutte le cose del genere che ci rendono la vita bellissima e grati allo Stato. Poi arrivano i """migranti""" e PUF!!! Scompare tutto: disoccupazione, tasse, disagio sociale. Per i signori dell'Africa si spalancano le porte del benessere, della casa, del lavoro e della sanità. Riflettete
  • user224197 21/04/2017 15:16:01

    user00000001 si, perche? non vuoi?
  • user221058 21/04/2017 15:07:26

    Capito gente? Tutto per questi forestieri e i tagli per noi; ci stanno votando anche l'eutanasia per agevolarci a togliere il disturbo.
  • VEPA 21/04/2017 12:22:54

    I sindaci e le amministrazioni che danno la disponibilità all'accoglienza ( ma i loro concittadini sono stati interpellati ? sono d'accordo?) non sono altro che complici di tutte quelle organizzazioni che ci lucrano, quindi corresponsabili della morte di chi non riesce ad arrivare. Questa non è accoglienza, che prospettive hanno tutte queste persone? ma innanzitutto chi sono ? quanti hanno veramente diritto? credo molto pochi.
  • user223687 21/04/2017 11:56:54

    FINALMENTE C'È CHI PARLA. LA PROVINCIA DI NUORO È UNA ZONA AD ALTO RISCHIO CRIMINALITÀ, LA DISOCCUPAZIONE E GLI AIUTI ECONOMICI SONO TRA I PIÙ ALTI D'EUROPA. E POI BASTA UNA SCINTILLA È SAPPIAMO TUTTI COME VA A FINIRE, FIGURIAMOCI SE POI CI METTONO BENZINA. ED È INUTILE CHE MOSTRATE IL SOLITO SENEGALESE INTEGRATO, QUESTI CHE ARRIVANO NON SONO TUTTO IL PARENTATO. I POLITICI SARDI FAREBBERO BENE A COMPORTARSI DA UOMINI SARDI. E TENETE SEMPRE PRESENTE CHE LE MENTI CRIMINALI NON DORMONO MAI.
  • user219452 21/04/2017 11:56:49

    Per user0000001: ciao ragazzo, quelli che chiami migranti sono orde di invasori di ignota provenienza e quella che chiami "moda di attaccare i migranti" è l'ennesima insulsaggine di chi non ha argomenti per confutare legittime proteste che rischiano di diventare rivolta popolare.
  • agoviv 21/04/2017 11:54:23

    Mi rivolgo a tutti i falsi buonisti, ma per quale motivo non accogliete voi nelle vostre case queste povere persone tanto bisognose? Forse perchè tutti piangono il morto ma nessuno lo vuole a casa!?!?! Ipocriti!!!!
  • nick78 21/04/2017 11:29:59

    Ciao user0000001, no qui va di moda solo attaccare le ingiustizie: i figli di papà che non hanno mai lavorato e si riciclano nel business dell'accoglienza, i radical chic che vivono nel lusso e fanno la morale agli altri, il PD che ha demolito i diritti dei lavoratori e ora parla dei diritti dei migranti, e la chiesa che ha tanti sensi di colpa e vuole fare l'accogliente con i soldi dello stato italiano. Sei per caso tra questi?