Cronaca » Cagliari

L'incubo del Cagliari Calcio
Stadio, in lotta col tempo

Martedì 21 Marzo alle 07:15 - ultimo aggiornamento alle 16:35


Tommaso Giulini

L’incubo si chiama Trieste, volendo richiamare un passato non troppo lontano. O Bologna, la città indicata dal presidente del Cagliari Tommaso Giulini come alternativa al Capoluogo, se i lavori per la costruzione dello stadio provvisorio non iniziassero a metà aprile e si concludessero entro la prima metà di agosto e la squadra rossoblù dovesse essere costretta a emigrare per le prime giornate di campionato.

«Pare ci sia un intoppo relativo al progetto dell’impianto temporaneo», ha detto domenica il numero uno del Cagliari al termine del match contro la Lazio. Quale intoppo? La società non va oltre la laconica dichiarazione presidenziale.

L'inchiesta su L'Unione sarda in edicola

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

20 commenti

  • Cedro 21/03/2017 17:18:08

    Speriamo che i problemi adesso vengano immediatamente risolti...non possiamo nuovamente emigrare...
  • Efix33 21/03/2017 15:42:40

    @Zio Franco. Che ti dicevo ?
  • sangiorgio 21/03/2017 15:33:19

    ahi ahi ahi,secondo me c'è lo zampino di cellino,di è messo d'accordo con zedda, pigliaru e col prefetto,avendo il benestare della forestale e dei fenicotteri, per far si che si creasse un "piccolo intoppo". a parte il sarcasmo, non capisco davvero, cellino si era inimicato tutti,e perciò si capisce il perchè del boicottaggio ai suoi programmi sullo stadio,ma ora è incomprensibile, accidenti,si avvicina il centenario,così rischiamo di non giocare la champions nel nuovo campo nel 2020, io ci cred
  • MANAGOO 21/03/2017 15:31:15

    Sinceramente me lo aspettavo un "rinvio politico"!! E comunque avrei preferito sforzi maggiori per giocare in sardegna rinnovando uno stadio esistente (vedi Olbia o Is Arenas o qualcun altro) piuttosto che una costruzione temporanea ( e tanti soldini ) che poi sarebbe dovuta essere smantellata ( e giù altri soldini )
  • sdesogus 21/03/2017 14:51:00

    Mah evidentemente Cellino aveva capito tutto.E ,pur a malincuore, a deciso di lasciare la nostra amata squadra.Io sono sicuro che un giorno tornerà....
  • tmart 21/03/2017 14:30:08

    bah...bah...... dopo i toni trionfalistici su stadio e successiva partecipazione a tornei europei .....si comincia a fare un passo indietro. Comunque il plastico è gia fatto.....magari basta solo quello.
  • tilliccasa 21/03/2017 13:14:26

    IO GIOCHEREI A BUGGERRU,CON LA GENTE ASSIEPATA SULLA STRADA IN ALTO,QUELLA CHE PORTA A BUGGERRU E QUELLA CHE PORTA DA BUGGERRU A CALA DOMESTICA
  • Casteddu1972 21/03/2017 12:20:54

    Tra lui e Zedda è il festival degli annunci roboanti seguiti da patetici risultati come la presentazione a tottu pompa di Ibarbo per poi mandarlo in sordina in Giappone. Non credo vedremo il nuovo stadio in tempi ragionevoli e presumo pure che le spese saranno a carico dei cagliaritani già salassati da Tasi e Tari. Grazie Presidente. Grazie Zedda.
  • adelasio 21/03/2017 11:33:20

    Però non ho capito perchè si è aspettato aprile per questo stadio provvisorio, è chiaro che i rischi di non chiudere in tempo sono molto alti.
  • be 21/03/2017 11:22:16

    e pensare che ad ogni campagna elettorale si dice " dobbiamo abolire la burocrazia" da ridere arriva il classico impiegato che mette i puntini sulla I questo viene fatto sempre in nome delle leggi vigenti che non vengono abolite da nessuno