Cronaca » Provincia di Milano

Milano, l'assessore Cocco nel mirino: pubblica i redditi ma "c'è un errore"

Venerdì 17 Febbraio alle 17:43 - ultimo aggiornamento alle 19:16


Roberta Cocco, assessore del Comune di Milano

Polemiche contro Roberta Cocco, assessore alla Trasformazione digitale del Comune di Milano.

Dopo il pressing dei consiglieri del Movimento 5 Stelle e l'apertura di un'istruttoria da parte dell'Autorità nazionale anticorruzione, l'ex manager di Microsoft si è arresa e ha pubblicato online la dichiarazione relativa alla sua situazione economica aggiornata al 2015, ma è subito emerso un "errore".

Nel documento la donna ha dichiarato un reddito lordo di 224.069 euro e la proprietà di due abitazioni a Milano e una in Liguria.

Quello che però ha scatenato le ire dell'opposizione è stata la voce relativa al possesso di azioni di enti e società. In una prima versione della dichiarazione pubblica online la Cocco indicava infatti di possedere una quota di azioni Microsoft minore dello 0,0000076%.

Una cifra che si è rivelata errata, come ha segnalato oggi Beppe Sala.

La percentuale aveva 2 zeri di troppo. Un dettaglio non trascurabile, visto che, tradotta in denaro, indica ben 3,6 milioni di euro (e non 36mila euro).

Dopo aver messo una "pezza" allo sbaglio, il sindaco del capoluogo lombardo si è limitato a dichiarare: "È stato un mero errore. Mi dispiace, è chiaro che si poteva fare tutto subito dall'inizio, però era una valutazione personale e l'assessore riteneva che far vedere una cifra del genere potesse crearle problemi, non si sentiva tranquilla".

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

2 commenti

  • sadam 18/02/2017 11:22:04

    Commenti, non era del M5S ma del PD per cui tutti i leccaculo si sono guardati bene dal commentare in modo particolare un certo TURANI pronto a mandare in galera la RAGGI. Questo dimostra che la stampa, in modo molto vasto, è al soldo del PD che governa !!
  • 7965giuseppe 18/02/2017 08:12:09

    Strano...in due giorni di questa NOTIZIONA nessun commento, a parte i miei censurati... Giuseppe, M5S, Mara.