Cronaca

Santuari, esercito di devoti: centomila sardi in cammino per chiese campestri

Domenica 18 Dicembre 2016 alle 07:33 - ultimo aggiornamentoDomenica 18 Dicembre 2016 alle 11:30


La Via dei santuari tracciata dalla associazione "Camminantes"

È un percorso lungo il quale si spostano ogni anno non meno di centomila fedeli. Una carovana che ripercorre gli stessi itinerari degli avi, chilometri di strada a piedi, a cavallo o in macchina per sciogliere un voto o chiedere una grazia.

San Francesco di Lula è una di queste mete. Come i Martiri di Fonni, San Cosimo di Mamoiada, San Mauro di Sorgono, e San Paolo di Monti da secoli destinazione spirituale degli orunesi.

Mappe, storia e tradizioni messe insieme dall'associazione Camminantes che ha tracciato l'itinerario della Via dei santuari, 350 chilometri da San Salvatore di Cabras fino a San Paolo di Monti.

Una linea rossa che tocca quattordici santuari campestri tra il Sinis, il Montiferru, la Barbagia, la Baronia e la Gallura.

L'articolo completo nel quotidiano oggi in edicola

© Riproduzione riservata

Trovi altri approfondimenti sulla copia online Leggila subito sul tuo PC, tablet e smartphone
Acquista ora la copia online

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

12 commenti

  • Pogarirari 19/12/2016 13:45:12

    Visto che ci sono.. almeno domandassero sul perche' le chiese son edificate in luoghi di culto precedenti, nel caso Sardegna, in siti prenuragici e Shardana e sul come e' stato imposto il dogma della chiesa.
  • Giano 19/12/2016 13:41:51

    Abbiamo anche l’associazione dei “pedoni” (avranno contributi pubblici?). Ma poi, alla fine della camminata ci sarà una dimostrazione con offerta scontata di un favoloso set di pentole in acciaio inox o di detersivi per la casa? O, per restare in tema, si proporrà l’acquisto in blocco del pacchetto in offerta promozionale di rosari, immaginette e medagliette miracolose? Camminate, camminate; fa bene alla salute e si acquisiscono punti per guadagnarsi la vita eterna. Amen.
  • user218714 19/12/2016 11:09:15

    Io non sono un credente, ma ammiro e rispetto chi lo è...se è cristiano davvero, non per avere un occhio di riguardo da Dio e mandare magari affanc..lo il prossimo. Si può notare però che la frequentazione ecclesiatica è direttamente proporzionale ai problemi economici...la Chiesa ringrazia...e ne chiede di ulteriori...di problemi economici.
  • tilliccasa 19/12/2016 09:22:15

    IO CREDO CHE SOPRATUTTO NELLA BIDDA SARDA,GENTE CREDULONA CENE A TONNELLATE CREDO CHE MEDIJUGORIE TRA POCO LA FARANNO PROVINCIA DI CAGLIARI
  • wing1250 19/12/2016 06:22:29

    troppa gente non ha una mazza da fare e va in giro a bighellonare.
  • Pogarirari 18/12/2016 21:25:56

    Le origini cristiane della Sardegna........
  • fer47 18/12/2016 21:20:35

    Creduloni e superstiziosi...perché questi giudizi che suonano offensivi nei confronti di chi sceglie liberamente la via della fede ? Chissà poi a che titolo e sopratutto con che titolo!!
  • user220048 18/12/2016 19:33:32

    Fatte tutti i cammini o pellegrinaggi che volete ma niente soldi pubblici. Siamo stufi di progetti inventati per succhiare risorse pubbliche.
  • user213094 18/12/2016 18:36:48

    E' vero, di gente credulona e superstiziosa ve n'è troppa, ma c'è chi approfitta di questo retaggio universale delle nostre origini per rafforzare interessi e poteri molto terreni e che nulla hanno a che fare con la "fede" (eletta a dogma) e neppure con la filosofia e la metafisica.
  • taledu 18/12/2016 18:27:18

    Per un nativo Sardo il "Cammino de Santiago" viene dopo la preferita "Camminantes" in Sardegna. Per i non creduloni, provare per credere e poi giudicare onestamente