Cronaca

Cagliari, terrorizza al semaforo una donna che gli nega l'elemosina poi dà un falso nome agli agenti: migrante in cella

Giovedì 04 Febbraio 2016 alle 17:01 - ultimo aggiornamento Giovedì 04 Febbraio 2016 alle 17:57


Auto della polizia

Ha preso a male parole una donna che ferma in auto al semaforo di via XX Settembre gli aveva negato l'elemosina, colpendo anche con dei pugni il finestrino.

La malcapitata ha chiamato la polizia ma quando Aliji Suleyman - nato in Gambia 24 anni fa - è stato rintracciato, prima si è rifiutato di fornire le sue generalità, poi ha dato un falso nome. E alla fine è stato arrestato.

L'episodio è accaduto ieri mattina, attorno alle ore 13.10, quando l'automobilista ha chiamato il 113 chiedendo aiuto in quanto, mentre si trovava a bordo della propria auto, era stata aggredita verbalmente da un extracomunitario che le chiedeva l'elemosina.

La sala operativa ha subito mandato in via XX Settembre una pattuglia delle Volanti: gli agenti hanno rintracciato il giovane in mezzo alla strada intento a chiedere delle monetine agli automobilisti. Una volta fermato, il migrante si è rifiutato di fornire le proprie generalità e, dopo molta insistenza, ha dichiarato un nome falso aggiungendo di non essere in possesso di documenti di identità.

Da verifiche effettuate, i poliziotti sono risaliti alla sua vera identità e hanno accertato che era pregiudicato per reati dello stesso genere.

Tratto in arresto, su disposizione del pm di turno, Aliji Suleymanè stato trattenuto nelle camere di sicurezza della Questura, in attesa del processo per direttissima.

© Riproduzione riservata

Loading...
Caricamento in corso...