#CaraUnione » Cagliari

La lettera del giorno: "Concorsi a Cagliari, fra dubbi e rettifiche"

Mercoledì 20 Giugno alle 11:02


Immagine simbolo

Pubblichiamo oggi una nuova lettera, giunta alla nostra redazione dopo quelle pubblicate nelle scorse settimane, e relativa a un bando di concorso avviato dalla Città metropolitana di Cagliari.

***

"Gentile redazione,

nel sito della città metropolitana di Cagliari in data 04/06/2018 è stato pubblicato il bando per 23 istruttori (cat. C1) a tempo determinato, part-time. Tra le figure messe a concorso n.10 posti per istruttori amministrativi, 2 posti per istruttori informatici, n. 4 posti per istruttori contabili, n.5 posti per istruttori tecnici ambientali e n.2 posti per istruttori tecnici.

Le domande, tutte con scadenza il 15 giugno 2018, prevedevano la prova orale per il giorno 25 giugno 2018.

Sin dalla pubblicazione dei preavvisi di bando, avvenuta a novembre 2017, nelle FAQ pubblicate nel sito, si sono succedute svariate domande riguardanti i titoli di studio per l'accesso ai concorsi, in particolare per quanto attiene alla partecipazione ai concorsi per categoria C (diplomati) con diplomi diversi da quello specifico richiesto dal bando ma con lauree in analoghe materie di studio, assorbenti tali diplomi, che avrebbero dunque abilitato alla partecipazione al concorso.

Un esempio per tutti la FAQ n. 10. Domanda: 'In riferimento all'oggetto (Istruttori Tecnici Cat. C) si chiede se la laurea in ingegneria è titolo assorbente per la partecipazione al concorso per Istruttore tecnico”. Risposta da parte della Città Metropolitana: “Come indicato nel bando di concorso, il titolo di accesso alla selezione è costituito esclusivamente dalle tipologie di diploma quinquennale elencate nello stesso, pertanto la laurea non può essere considerato titolo assorbente'.

In data 15/06/2018, dopo l’ora di scadenza di presentazione delle domande, sul sito della Città metropolitana di Cagliari compare il seguente avviso: 'SI COMUNICA CHE CON DETERMINAZIONE N. 37 DEL 14/06/2018 SONO STATI RETTIFICATI I BANDI DI SELEZIONE pubblica per titoli ed esami per l’assunzione a tempo determinato di n. 4 Istruttori Contabili (Cat. C1), di n. 5 Istruttori Tecnici (Area Ambientale) (Cat. C1) e di n. 2 Istruttori Tecnici (Cat. C1). Tale rettifica è stata adottata al fine di consentire la partecipazione a quei candidati non in possesso del titolo di studio specificamente richiesto dal bando ma in possesso di un titolo di studio superiore assorbente; a tal proposito si precisa che secondo la giurisprudenza, si ha l'assorbenza quando il titolo di studio superiore prevede materie di studio che comprendano, con un maggior livello di approfondimento, quelle del titolo inferiore. (...)'.

E quella a cui ci si riferisce non è certo giurisprudenza dell'ultima ora...

Questa è la quarta rettifica apportata ai vari bandi pubblicati dalla Città Metropolitana, che va ad aggiungersi anche alle varie modifiche delle graduatorie degli idonei a sostenere le prove, da ultimo quelle per gli istruttori direttivi tecnici, il tutto a ridosso delle prove stesse previste per loro queste settimana. Ciò fa un tantino dubitare, circa la limpidezza, se non altro procedimentale, di questi concorsi. Certamente i suddetti bandi saranno oggetto di ulteriori 'ritocchi' in quanto l'attribuzione del punteggio per il titolo assorbente è superiore di quattro volte il titolo di accesso e dunque fortemente discriminatoria nei confronti di chi possiede solo il diploma, titolo d'accesso richiesto. Se si va a verificare il nutrito programma d'esame dei bandi ci si accorgerà della discrepanza tra esso e il fatto che si tratta di concorsi a tempo determinato di un anno e pure part time! Inoltre nella ipotesi più rosea di eventuale proroga i vincitori andrebbero a rimpinguare le file dei precari della P.A. visto che la Città Metropolitana/ex Provincia di Cagliari non ha mai avviato percorsi di stabilizzazione dei propri precari storici preferendo mandarli a casa tout court. Quello che fa sorridere è che, programmi d’esame e pretesa di una così approfondita preparazione sono stati richiesti proprio dalle stesse persone che procedono nel loro lavoro a tentoni……o più precisamente a colpi di rettifica!'.

Verrà data anche ai candidati la possibilità di rettificare le prove d'esame? Magari chi sbaglia potrebbe riprovare nella speranza prima o poi di riuscire ad azzeccare la risposta giusta come le figure apicali e staff, full time e di ruolo insegnano".

Lettera firmata*

(* le generalità, a conoscenza della redazione, vengono omesse nel rispetto della privacy e secondo la normativa vigente)

 
immagine simbolo
La lettera del giorno: "Concorsi a Cagliari, fra incongruenze e molte domande"

***

Potete inviare le vostre lettere e segnalazioni a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che denunciano disservizi o anomalie e non necessariamente ne condivide il contenuto)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

5 commenti

  • zigozago 21/06/2018 18:13:54

    La sezione FAQ è fantastica! Le risposte ai quesiti spesso risultano contraddittorie. In una FAQ l'amministrazione risponde che non ci sarà il riconoscimento dei co.co.co citando persino una normativa, questi poi come magia vengono inseriti nei bandi rettificati. A questo punto mi chiedo se non sia il caso che i vertici valutino una sospensiva in autotutela, ma sopratutto i partecipanti che fanno? dormono? perchè non si rivolgono al tribunale amministrativo a tutela dell'interesse pubblico.
  • whololo 21/06/2018 10:52:22

    Controllando le sentenze, l'Amministrazione ha la sola facoltà di individuare un titolo di studio nominale in relazione alla volontà di trovare una figura professionale mancante; e in particolare deve avere cura di identificare il percorso formativo più calzante. PUO' e DEVE solo rifarsi alle tabelle del MIUR per verificare eventuali equipollenze, se richieste nel bando, dandone prova; non può assolutamente decidere in modo arbitrario livelli scolastici o tipologia di preparazione.
  • Cagliari963 20/06/2018 23:03:32

    E' noto a tutti che materie tipo : Normativa in materia di edilizia e in materia di viabilità e trasporti sia di esclusiva competenza dei Geometri o di Tecnici industriali a indirizzo Edilizia e non piuttosto anche di Ingegneri civili o Architetti. E che dire delle materie di Tutela qualitativa delle risorse idriche; Gestione e trattamento dei rifiuti; Bonifica dei siti contaminati la cui competenza si acquisisce con solo con il Diploma Liceo Scientifico o Diploma Agrario?
  • Brent 20/06/2018 12:42:23

    Se non fosse tutto tragicamente vero sarebbe una barzelletta molto divertente, peccato che sicuramente non ridono le migliaia di disoccupati che partecipano al concorso in questione e che purtroppo subiscono sulla loro pelle l'inadeguatezza e l'incompetenza del comune di Cagliari, dove evidentemente esistono fior di dirigenti incapaci anche di redigere un bando di concorso come si deve, dilettanti allo sbaraglio pagati centinaia di migliaia di euro all'anno dalle tasche dei cittadini, pogaridadi
  • trabant 20/06/2018 12:09:01

    Caro Signore, rettifichi anche Lei il titolo della sua lettera: "Concorsi a Cagliari, fra dubbi e rettifiche E RACCOMANDAZIONI” ...semplice e anche più aderente alla realtà.