#CaraUnione

La lettera del cuore: "Un addio al nubilato tra amiche, un intruso a sorpresa e le nozze saltate"

Lunedì 22 Gennaio alle 18:00


postadelcuore@unionedelcuore

"Cara Unionedelcuore,

quello che sto per raccontare ha dell'incredibile, ma è capitato a mia figlia che studia e vive a Torino, ancora scossa per quanto ha vissuto e saputo...

Una sua cara amica in procinto di sposarsi organizza l'addio al nubilato ad Amsterdam nei minimi dettagli, appuntamento alla stazione del treno e poi in aeroporto per la partenza.

La prima sorpresa per le invitate è stata quella di trovare in aeroporto un ragazzo, uno che faceva parte della cerchia di amicizie, un tipo un po' eccentrico, di quelli che vestono in un certo modo e che in molti consideravano gay per via di certe amicizie parallele di cui si sapeva, compagnie per così dire 'ambigue', nonostante fosse stato anche fidanzato con belle ragazze, quasi tutte modelle.

In aeroporto, allo stupore iniziale è seguita la convinzione che quei due fossero talmente amici che lui aveva avuto il coraggio di confessare proprio a lei la sua omosessualità e per questo era stato ammesso nella comitiva.

Poi lo stupore iniziale è stato superato dal divertimento e l'intruso si è fatto benvolere con la sua simpatia per tutto il weekend trascorso nella capitale olandese.

Nessuno, però, si sarebbe aspettato di vedere crescere soprattutto nel viaggio di ritorno l'intesa fortissima tra la promessa sposa e il ragazzo, e il giorno successivo è arrivata la doccia fredda: nozze annullate e la sposa che va a vivere con quello che in molti consideravano gay.

Lo choc deve essere rimasto solo allo sposo e alle compagne del viaggio, perché la strana coppia da allora non si è più lasciata e sembra anzi far proprio sul serio...

Vista la riconoscibilità della storia e per evitare noie a mia figlia vorrei che non fosse indicato da dove scrivo, grazie."

A. L.

***

I lettori potranno intervenire con commenti, raccontare la propria esperienza indicando se desiderano firmare col nickname o con le proprie iniziali o scrivendo a: unionedelcuore@unionesarda.it

(La redazione non necessariamente condivide i contenuti di quanto pubblicato e i lettori si assumono la responsabilità di quanto scrivono)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile. L’Unione Sarda si riserva inoltre il diritto di segnalare alle autorità competenti eventuali abusi o violazioni.

8 commenti

  • user214759 23/01/2018 10:37:51

    Un matrimonio basato su basi salde e robuste, complimenti !!! Sembra che per troppi il matrimonio sia un gioco, un passatempo, tanto c'è il divorzio !!!! R I D I C O L I !!!!!
  • pilgrim 23/01/2018 10:37:50

    La figlia ne ha parlato con la madre, la signora si sarebbe dovuta tenere per sè il racconto. Si ricordi che anche lei ha una figlia. A Casa mia vige l'11 comandamento.
  • Synchro0vis 22/01/2018 23:15:02

    Si vede che la visita ai coffee-shop, ha provocato un terremoto sentimentale.
  • seadiver4x4 22/01/2018 23:04:06

    così si fa, bravi
  • Hackett 22/01/2018 21:04:08

    Che storiona ....
  • Franci77 22/01/2018 20:56:13

    Non è la prima né l'ultima, non mi meraviglia.
  • lillipuff 22/01/2018 20:37:54

    Mi viene da chiedermi: a che pro scrivere questa lettera? Che gliene importa a questa signora del fatto? Pensi agli affari suoi e di sua figlia..
  • user220836 22/01/2018 18:30:43

    ...AHHH...non so cosa dire...se la storia è vera, meglio che sia successo subito, che dopo anni...