#CaraUnione » Provincia di Bologna

La lettera del giorno: "Stupro a Bologna, ecco perché il prete non ha tutti i torti"

Venerdì 10 Novembre alle 09:55


Don Lorenzo Guidotti

Pubblichiamo oggi la riflessione di un lettore su un recente caso di cronaca svoltosi a Bologna.

***********************

"Gentile redazione,

con riferimento ai fatti recentemente accaduti a Bologna, dove un prete ha postato su Facebook alcuni commenti relativi ad una 17enne stuprata e di cui anche il vostro giornale ha dato bene cronaca, credo che Don Guidotti, pur magari esagerando per forma e modi, abbia parlato come dovrebbe parlare un padre.

La verità è che oggi i padri non hanno più voglia di dire verità spiacevoli ai loro figli. O non hanno voglia, così come troppo spesso fa l'opinione pubblica, di trasferire messaggi crudi o 'impopolari'.

E così i giovani ingenuamente vanno a sbattere la faccia contro una realtà che purtroppo non gli è stata spiegata in tutti i suoi aspetti.

Ecco, forse qualcuno che ogni tanto ricorda queste cose ci vuole. Che poi dire 'te lo sei cercata' non significa affatto dire 'te lo meriti'.

E ormai, da nonno di famiglia, aggiungo di più: sarebbe anche bene che questi discorsi fossero talvolta accompagnati da un bello scapaccione.

Perché dopotutto, meglio uno scapaccione oggi che qualcosa di ben più grave domani".

Mariano Cuccu - Cagliari

 
lorenzo guidotti
Bologna, minorenne violentata. Il parroco: "Ti sballi? È il minimo"

*************************

Potete inviare le vostre lettere e segnalazioni a redazioneweb@unionesarda.it specificando il vostro nome e cognome e un riferimento telefonico. Nell'oggetto dell'email chiediamo di inserire la dicitura #CaraUnione.

(La redazione si limita a dar voce ai cittadini che denunciano disservizi o anomalie; non necessariamente condivide il contenuto riportato dai lettori che si assumono la responsabilità di quanto scrivono)

Loading...
Caricamento in corso...

Scrivi un commento

Per inserire questo commento devi essere registrato a L'Unione Sarda.
Se sei già registrato, effettua l'accesso:

Non sei ancora registrato? Registrati ora!

Hai un account su Facebook? Puoi utilizzarlo per loggarti ai nostri servizi
Login con Facebook

L’Unione Sarda ha scelto di aprire i propri articoli ai commenti dei lettori con l’obiettivo di far crescere insieme questa community nel rispetto reciproco. La redazione si riserva pertanto il diritto di rimuovere i commenti che non rispettano le regole di un confronto libero e civile.

24 commenti

  • BarbaraCrn 10/11/2017 17:47:18

    Certo, finché la donna verrà vista solo come un oggetto da usare a proprio piacimento da uomini senza cervello, allora non se ne uscirà mai.... Perciò se una donna, per qualsiasi causa, perdesse i sensi per strada, in un parco o in qualsiasi altro luogo, o non fosse nel pieno delle proprie facoltà, questo autorizzerebbe il primo bastardo che passa ad abusare di lei??? O il fatto che sia ubriaca rappresenta una scusante per lo stupratore, perché la donna merita una punizione? Ma vergognatevi.
  • sardinia 10/11/2017 16:51:35

    Mariano Cuccu: COMPLIMENTI, LEI HA PIENAMENTE RAGIONE! In fondo, anche Giovanna d'Arco se l'era cercata e si era permessa di reagire all'Inquisizione. Il rogo se l'era meritato. Mariano, guardi il calendario: si è accorto che il Medioevo è finito? E' poi singolare leggere che i PRELATI vengano a fare il moralismo e non guardino cosa succede a casa loro. Il mondo è questo, Mariano: forse lei non viaggia e non può vedere. Ma nel Medioevo, che lei ama, SI STAVA PEGGIO. Mario Sconamila
  • Sardofelix 10/11/2017 15:50:27

    Siamo in un sistema dove chi stupra vede la galera da lontano e chi viene stuprato, secondo alcuni commenti, pretende(va) di essere immune dall'esercizio di elementare prudenza verso se stesso. Sono certo che le povere vittime di questi crimini abbiano conquistato a caro prezzo una maggiore consapevolezza della realtà in cui vivono anche perché, poco ma sicuro, anche loro hanno sbagliato. Essere vittime non vuol dire essere incolpevoli, e in questo caso hanno pagato, certo più del dovuto.
  • R-B 10/11/2017 15:39:16

    L'autore della lettera non sta assolvendo il criminale, ma invitando al realismo sulla situazione attuale. Lascereste il portafoglio su una panchina mentre vi fate una passeggiata? Non credo. E' giusto toglierci la libertà di lasciarlo? No. In altri Paesi lo si può fare. Nell'attesa che questo tipo di civiltà arrivi anche da noi non lo lasciamo. Allo stesso modo, nell'attesa che le nostre città siano più sicure serve prudenza. E' giusto dover essere sempre sul chi vive? No. Ma è necessario
  • becky 10/11/2017 15:23:31

    Per USER221000 quando il nonno non era nonno esisteva una cosa che è estinta ,si chimava EDUCAZIONE e si facevano le stesse cose di oggi ma con moderazione e senza esibizionismo come penso che tu, voglia sbandierare come le parole LIBERTA o EMANCIPAZIONE .
  • becky 10/11/2017 15:14:25

    Si ,si, continuiamo a scusare questa nuova generazione di selfie osè presunti innocenti ,di sbevazzate ad oltranza dai 12/13 anni con conseguenze spesso da coma etilico,droghe sintetiche e no. Il tutto condito col ...stavamo giocando, ci stavamo annoiando, non volevamo far del male a nessuno,mi hanno costretto ecc,ecc. Non sono nonno, ne ragazzotto ma non mi risulta che la generazione 60/70/ 80 avesse o subisse tutte queste disavventure
  • 1madino 10/11/2017 14:41:50

    Bhe adesso non esageriamo, è vero che le ragazzine non devono sballarsi e/o frequentare gente e ambienti per le quali non sono ancora preparate a gestire le situazioni. Però non è che si siano violentate da sole, ci sono infatti anche le responsabilità di maggiorenni che hanno abusato di queste ragazzine. Se erano colpevoli i carabinieri di Firenze che hanno fatto sesso con le maggiorenni americane, ancora di più colpevoli sono questi magrebini che hanno stuprate minorenni per giunta ubriache.
  • user221000 10/11/2017 14:39:32

    Wow, che nonno amorevole. Ricapitolando: sessista, maschilista, tradizionalista, violento. Meno male che quando era giovane lui non si beveva, non si faceva sesso, I giovani non se l'andavano a cercare...
  • aristana 10/11/2017 14:31:33

    Ma stiamo impazzendo? La ragazza ha sbagliato che era "sballata"? ed è giusto o meglio "se lo poteva aspettare"? dite che state scherzando, andiamo molto male, se ancora una volta si colpevolizza la vittima; Su educazione e altro bisogna aprire un capitolo a parte; qui stiamo parlando di violenza
  • Mauriotto 10/11/2017 14:07:56

    bravo signor Mariano...il mondo è crudele e la vita è piena di ostacoli, alcuni da superare e certi da evitare proprio... se si cresce un figlio con le fette di salame sugli occhi c'è il concreto rischio che inciampi molto spesso