Pagine Sarde Logo 
Lo cerchi in Sardegna? Lo trovi su Pagine Sarde!
PagineSarde.it
Diminuisci grandezza testo Aumenta grandezza testo Stampa l'articolo Segnala ad un amico RSS Delicious Facebook

Juan Carlos cade e si frattura un'anca
Era in Africa a caccia di elefanti

Juan Carlos cade e si frattura un'anca Era in Africa a caccia di elefanti Il re di Spagna, Juan Carlos

Un re, un elefante e una brutta caduta. Tanta paura per il re di Spagna, Juan Carlos di Borbone, operato d'urgenza all'anca dopo essersi fratturato un'anca durante un safari di caccia ad elefanti nel corso di una visita privata in Botswana, nell'Africa australe.

E sul web scoppia la polemica tra gli animalisti, da sempre contrari ai massacri dei pachidermi, e ai costosi safari nel terzo mondo in tempi di crisi economica. La notizia è riportata in prima pagina sui maggiori quotidiani spagnoli, da El Pais a El Mundo, secondo i quali Juan Carlos, 73 anni, si era recato nei giorni scorsi nel Paese africano per una battuta di caccia all'elefante, quando ieri "in seguito a una caduta accidentale si è fratturato l'anca destra in tre parti". Con un "volo d'urgenza il sovrano è stata rimpatriato in Spagna dove è stato operato nella notte da Angel Vilamor", lo stesso chirurgo che in passato lo aveva operato al ginocchio e al piede.

Il re - scrive El Pais - "rimarrà ricoverato all'Usp Hospital San Josè della capitale per una decina di giorni e il periodo di convalescenza sarà complessivamente di circa due mesi". Per il sovrano si tratta della quarta operazione negli ultimi due anni, dopo essere stato operato di un tumore benigno al polmone nel maggio del 2010. Un mese dopo gli è stato applicato un ginocchio artificiale e in settembre gli è stata curata una lesione al tendine d'Achille. A novembre dello scorso anno, infine, nel corso di una cerimonia ufficiale Juan Carlos si era presentato con degli occhiali da sole per nascondere una contusione all'occhio, dopo avere sbattuto - secondo un portavoce del palazzo - a una porta.

Con un lungo articolo di spalla, El Mundo riporta inoltre che "cacciare un elefante in Botswana costa da un minimo di 10 mila euro a un massimo di 30 mila. Tutto dipende da quante persone prendono parte al safari di caccia e quanti animali vengono abbattuti". Il Botswana - continua il quotidiano - è uno dei pochissimi Paesi africani che ancora permette la caccia al più grande mammifero erbivoro del pianeta. Immediate le reazioni piuttosto "sconcertate" di molti spagnoli, tra animalisti e non, pubblicate su Twitter dal quotidiano. "Sono monarchico - scrive un internauta - ma francamente mi chiedo che piacere ci sia nell'uccidere un animale in via di estinzione".

Un'altra persone, che fa riferimento agli alti costi di un safari di caccia in Africa, si chiede: "Quante famiglie si sfamerebbero con 30 mila euro? Poi ci lamentiamo che i giovani vanno contro il sistema!". Più dura invece la reazione di un altro commentatore: "Invece che sparare a quel povero pachiderma si poteva sparare al piede!". Juan Carlos è salito al trono nel 1975, due giorni dopo la morte del generale Francisco Franco. E' considerato come una delle figure più rispettate del regno per avere permesso una transizione democratica del Paese dopo gli anni della dittatura.

© Riproduzione riservata

 
loading
loading
Edicola de L'Unione Sarda